ENOGASTRONOMIA

La cucina maremmana è fortemente caratterizzata dalle sue origini semplici e frugali. Il rapporto diretto e costante con la terra ed il mare ha dato vita ad una tavola semplice ma allo stesso tempo saporita e genuina. Tra i piatti tipici e tradizionali occupano un posto di primissimo piano le zuppe di verdure, le zuppe di pesce e le pietanze a base di cacciagione ed in particolare di cinghiale.

La cucina tradizionale capalbiese in particolare, è una cucina povera legata ai prodotti della campagna, come il grano, i legumi, le verdure, l'olio d'oliva e il vino. Una dieta completa e proprio per questo gustosa e sana. Molti dei piatti tipici di Capalbio erano un tempo legati alle festività religiose o a particolari momenti della via contadina.

Tra i prodotti tipici della Maremma, spiccano i vini, l'olio, i formaggi, salumi, castagne, funghi e tartufi. Prodotti che possono essere degustati sia nelle aziende produttrici, che nei tanti ristoranti tipici oppure, in modo più pittoresco, nelle numerose sagre che vengono organizzate nei borghi maremmani in tutti i periodi dell'anno.

Numerosi i piatti che meritano di essere ricordati. Tra i primi: le pappardelle al sugo di lepre, gli gnocchi di pane, i tortelloni maremmani,  i pici al ragù di cinghiale. Tra le zuppe: l'acquacotta, la zuppa di ceci con funghi porcini, la zuppa di pane, la panzanella. Per il pesce: la bottarga di Orbetello, la minestra di pesce, il caldaro, il baccalà alla maremmana, lo scaveccio e l'anguilla dorata. Per la carne protagonista assoluto è il cinghiale (alla cacciatora, stufato, in bianco), ma debbono essere assaggiat anche la scottiglia di agnello, il buglione, l'anitra alla cacciatora, il pollo alla diavola, il capriolo alla palma.

In Maremma si trovano vini di altissima spessore tra i rossi, bianchi, rosati, passiti, vinsanti, i vendemmia tardiva, ed anche tra le bollicine. Le caratteristiche pedoclimatiche di questa terra sono particolari: la presenza contemporanea e ravvicinata di mare, montagna e colline, la rendono unica, inoltre gli inverni non sono mai troppo rigidi e le estati mai eccessivamente calde. Oggi in Maremma sono presenti una DOCG, sette DOC, due IGT ed abbiamo inoltre tre Strade del Vino. In queste terre la tradizione vinicola è molto antica, testimoniata dai vitigni di Scansano città del Morellino, quelli di Pitigliano con i vini kosher, le terrazze sul mare dell'Isola del Giglio, fino alle colline della medievale Massa Marittima.

L'ecosistema unico della Maremma permette al contempo la produzione di un olio extra vergine d'oliva di eccellente qualità, più volte premiato a livello nazionale ed internazionale. Le due varietà di olivo più numerose sono il Leccino e il Moraiolo, mentre la raccolta delle olive in molti casi viene ancora fatta a mano, da ottobre a novembre. Solitamente, nel rispetto della tradizione e per non perdere i benefici della coltura biologica, la frangitura avviene con procedimento di estrazione meccanica a freddo.

Terre di Sacra Strada Litoranea, Burano 17 Capalbio (GR) Toscana Tel. +39 0564 893243 © copyright

Nautilus